Presa in carico precoce

Un corretto inquadramento diagnostico e terapeutico è necessario per poter far sì che i nostri figli possano dare il meglio delle loro potenzialità.

E’ importante quindi che ci sia la possibilità di inserire quanto prima i nostri figli in un percorso di riabilitazione, con il supporto di controllo della neuropsichiatra di zona o di uno dei centri di competenza nazionali o regionali.

Ogni percorso terapeutico non potrà prescindere dall’analisi delle potenzialità della persona protagonista della terapia; sarà quindi importante fare il punto di abilità e punti di debolezza ed individuare per ciascuno la corretta forma di supporto, con periodiche forme di controllo.

Data l’esperienza acquisita dalle nostre terapiste in Toscana, ad ogni famiglia che si affaccia al mondo Williams offriamo la possibilità di un colloquio telefonico di confronto con una di loro.
Sarà poi possibile metterle in contatto con la persone che sul territorio prenderà in carico nostro figlio/a in modo che possano scambiarsi opinioni, suggerimenti e consigli.
In ogni momento potrà essere chiesta una supervisione presso la sede di Firenze dell’Associazione di psicomotriciste.

Stiamo raccogliendo fondi per rendere possibile anche un incontro di persona presso la residenza della famiglia, riunione in un paio di giorni l’osservazione della persona Williams, un confronto con la famiglia e con le figure sanitarie di riferimento quando possibile.