fbpx

Accolti dalla Fondazione Amodeo, nella Residenza Rita e Luigi Geloso, abbiamo partecipato ad una manifestazione sportiva con finalità di raccolta fondi: la 3a edizione di Brianza Epocar.

Il sole che ha accompagnato tutta la giornata ha illuminato le tante macchine d’epoca che si sono date appuntamento in giardino. Una ricca colazione, un assortito aperitivo e il pranzo nella sala principale della Residenza hanno solleticato l’appetito di tutti i presenti.

Giandomenico Amodeo, organizzatore e animatore della giornata, ha dato spazio per una presentazione alla nostra Associazione, destinataria della raccolta fondi. Il Presidente del Club di Auto d’Epoca, Domenico Semprini, ha mostrato molto interesse per le nostre attività e le caratteristiche della Sindrome.

Durante il pranzo sono stati distribuiti i biglietti della lotteria, grazie a Ruben e Marina, una delle dipendenti della Residenza.

Ruben sta facendo un periodo di inserimento socio terapeutico in questa struttura, dove aveva già svolto un periodo di alternanza scuola lavoro durante il periodo scolastico. Ogni mattina alle 8:00 si presenta puntuale sul posto di lavoro e supporta le operatrici nell’assistenza agli anziani che popolano la struttura. Dopo un intervallo pranzo, che Ruben trascorre a casa pranzando con la sua famiglia, si rientra in struttura per completare l’orario di lavoro.

Ruben è molto contento di questa sua attività; stare con gli anziani gli piace e riesce a svolgere tutte le mansioni che sono di sua competenza senza particolari difficoltà. I suoi colleghi di lavoro l’hanno accolto con affetto e simpatia, creando intorno a lui un clima sereno e di amicizia, pur rimanendo molto professionali.

La nostra speranza e il nostro auspicio è che dopo questo periodo di inserimento questa possa diventare per Ruben una vera occasione di lavoro con un contratto definitivo. La vicinanza a casa, la possibilità di raggiungere la struttura a piedi, l’accoglienza favorevole sarebbero tutti punti molto favorevoli per sperare in qualcosa di più definitivo.

La nostra presenza durante la giornata è servita anche per sollecitare i responsabili della struttura a prendere in considerazione questa ipotesi, al di là della raccolta fondi specifica.

Incrociamo tutti le dita e speriamo che questa esperienza abbia una lunga storia da raccontare!

Alcune foto della manifestazione.