Si parlerà di inserimenti lavorativi nel mese dedicato alla sensibilizzazione sulla Sindrome di Williams, in questo secondo appuntamento organizzato dalla nostra Associazione Persone Williams Italia (APW Italia) questa volta in Lombardia. Inserimenti lavorativi delle persone con Sindrome di Williams ma più in generale di tutte le persone con una disabilità mentale.

Grazie agli sforzi di Enrica Barzaghi, che è riuscita a coordinare una serie di interlocutori istituzionali per riunirli intorno ad un tavolo su questo importante argomento, il prossimo 19 maggio, alle ore 17:00, presso il Bar Bencini, GPS Briosco, via XI Febbraio 72, SS 36, Uscita Capriano direzione Fornaci, si parlerà di

“Sindrome di Williams, uno sguardo attraverso le stelle. I ragazzi con gli occhi a stella, uno sguardo oltre la patologia”

Questo il programma degli interventi:
Enrica Barzaghi – rappresentante Associazione Persone Williams Italia Onlus
Angelo Selicorni – Genetista e Direttore presso la UOC Pediatria ASST Lariana
Patrizia Serrago – Responsabile Servizio di Integrazione Lavorativa, ambito di Carate, Consorzio Desio Brianza
Laura Cossu – Operatrice della mediazione, ambito di Carate, Consorzio Desio Brianza
Ruben Sanvito – persona in inserimento socio terapeutico presso una Casa di Riposo

La manifestazione è sostenuta dalla Fondazione Giovanni Amodeo e dal Bar Bencini.

Come sapete, il tema degli inserimenti lavorativi è particolarmente sentito per tutti i ragazzi che, lasciando il percorso scolastico, si trovano a dover affrontare la problematica del come impiegare le professionalità e capacità che hanno acquisito nel corso del tempo, per non perdere alcuni dei traguardi che sono riusciti faticosamente a raggiungere.
Le possibilità offerte dal territorio, molto spesso scarse e non adatte alle caratteristiche della Sindrome di Williams, devono essere comunque esperite per poter sperimentare percorsi possibili.
Solo lo sforzo congiunto di Associazioni, Istituzioni, Aziende e piccole realtà locali possono creare la sinergia necessaria per offrire uno sbocco lavorativo od occupazione ai nostri ragazzi, che mettono in tutto quello che fanno un grande impegno e una grande dedizione, oltre a trovare soddisfazione in quello che fanno.